placeholder_200x200

Blog

13/05/2021

Guida completa alla Brand identity aziendale

Tutto quello che devi sapere per una brand identity aziendale perfetta

La tua idea di business è buona ma fatica a decollare? Oppure ti sembra di non avere una strategia chiara per far crescere la tua azienda? La concorrenza ti supera?

La tua mossa vincente per il successo della tua attività, sta nell’attività stessa. Anzi, nella sua identità. Scopri tutto quello che ti serve sapere sulla tua brand identity.

Cos’è il brand? Cos’è la brand identity?

La parola brand deriva dall’inglese e significa marchio.

Oltre la definizione letterale, nella pratica, è l’insieme delle caratteristiche visive, di linguaggio ed emozionali che rendono un’attività riconoscibile rispetto alla concorrenza. 

È ciò che fa percepire l’azienda come un’entità solida e chiara, soprattutto all’esterno, agli occhi del target.

In modo tangibile, è tutto ciò si traduce nella brand identity, con la definizione di quello che verrà trasmesso al pubblico e che sarà visto, letto e ascoltato.

Per questo la brand identity contribuisce al successo del prodotto e più in generale all’idea imprenditoriale.

Come viene percepito un brand?

Per rispondere a questa domanda è necessario capire l’idea che si crea nella mente del pubblico rispetto a un determinato brand.

L’aspetto interessante in questo caso è che puoi costruire e indirizzare questa idea e in generale le percezioni che le persone hanno del tuo brand.

Lavora su 3 aspetti:

  • la brand awareness, ovvero il livello di notorietà del brand nel settore di riferimento. Per non passare inosservati e perdersi nel mare di aziende che competono sul mercato e sul web, puoi affidarti a campagne pubblicitarie su diversi canali;
  • la brand reputation, cioè il modo in cui ti proponi al pubblico. Evidenzia tutti quegli elementi che rendono la tua azienda – o anche il tuo prodotto – unica e distinta dalle altre. Nella pratica si traduce nel trasmettere la tua identità e ciò che davvero sei;
  • la brand image, una vera e propria appendice della brand identity, che si traduce di fatto nel modo in cui le persone percepiscono un marchio. L’immagine è quell’elemento determinante per suscitare emozioni nel pubblico e orientare alla scelta di un brand anziché un altro.

Quali vantaggi porta la brand identity aziendale?

Per nessun brand arrivare al successo è immediato. E nemmeno scontato. 

Fare la differenza ed emergere nell’affollato mondo del web è qualcosa di cui non puoi fare a meno se vuoi portare avanti il tuo business.

In questo delicato compito, arriva in tuo aiuto proprio la brand identity. La tua presenza online sarà amplificata e quella offline rafforzata.

Ti stai chiedendo se tutto questo è davvero possibile? Sì, i benefici della brand identity sono davvero proficui:

  • ti permette di sviluppare il tuo piano di digital marketing per arrivare al tuo pubblico
  • mostra chi sei, nel tuo valore e nella tua unicità
  • ti aiuta a instaurare un legame diretto con le persone
  • crea connessione e fiducia rispetto alla tua audience
  • contribuisce ad alimentare fidelizzazione e passaparola.

A partire da una brand identity granitica e coerente potrai arrivare dove vuoi. Anche quando le cose intorno al tuo brand non vanno come vorresti.

Che significa? Che la brand identity ha anche un altro preziosissimo beneficio da offrirti: è la tua àncora di salvezza in caso di emergenza.

Contattaci

Come la brand identity ti aiuta a gestire una crisi aziendale?

Qualcosa è andato storto. Qualcosa non sta funzionando e sta mettendo a dura prova il tuo lavoro. 

Potrebbe essere un errore nella fornitura di un servizio, una comunicazione sbagliata sui social o sulle email oppure una condizione esterna alla tua azienda, magari una crisi del mercato.

Qualsiasi cosa sia, stai attraversando una crisi e non puoi lasciare che questa tempesta porti via ciò che hai costruito con fatica e impegno.

Ciò che tiene in piedi in questi frangenti sono le fondamenta. Fondamenta che, nel caso di un brand, sono proprio la brand identity.

Ecco quindi che la brand identity è la risorsa per affrontare una crisi, gestirla al meglio e uscirne più forti di prima.

Non sei convinto? Eppure questa è la strategia che molti brand noti mettono in atto per non farsi travolgere.

Quali elementi definiscono la brand identity?

Ecco la tua sfida: mostrare le caratteristiche del tuo brand. Dovrai aiutare i clienti a visualizzare - letteralmente - ciò che rappresenta, trasformando i concetti e i valori espressi dal tuo brand in immagini e parole.

Raccontare il tuo brand a tutti è un processo delicato. Può essere influenzato dal mercato e dalle tendenze del momento, ma non devi mai perdere di vista ciò che davvero è la tua azienda.

Qui di seguito una carrellata di tutti gli elementi che definiscono la tua brand identity.

Articolo_PP-BrandID_img_1

Il naming

Da sempre siamo abituati a dare nomi alle cose e a ciò che ci circonda. È il passaggio che ci permette di identificare soggetti e di comunicare senza creare equivoci.

Anche la tua azienda ha bisogno di un nome. E non di un nome qualsiasi. Ciò che serve è qualcosa di semplice ma memorabile, di originale ma chiaro, di immediato ma unico.

Un nome non si riduce a una parola, porta con sé l’identità del brand e tutto il suo mondo di idee e valori.

Scegliere il nome non è un’operazione banale, devi affrontare un percorso di brand naming, nel quale tener conto di analisi e ricerche. Oltre, è ovvio, anche della creatività.

Il nome giusto per il tuo brand potrebbe essere più vicino di quello che pensi. Come individuarlo? Tra le strategie di brand naming, una delle più efficaci è la tecnica DESC, proposta da Béatrice Ferrari di Synesia.

Il logo

Un po’ come accade per il nome, il logo deve essere quell’elemento visivo distintivo che permette al pubblico di riconoscerti al volo.

Solo osservando il logo, le persone devono subito creare un collegamento con i tuoi prodotti, servizi e in generale con il mondo che rappresenta il tuo brand.

È il tuo segno distintivo che ti permette di staccarti dal competitor ed emergere nel settore di riferimento.

Il logo deve essere in linea con l’identità del brand e sviluppato a partire dallo studio di elementi quali:

  • colore
  • font
  • forme.

Quando si parla di logo è difficile fare a meno di un grafico professionista, ma esistono anche tecniche e strumenti che consentono a chi desidera mettere le mani in pasta di creare un logo professionale.

Il Tono di voce

Parole, espressioni e registro linguistico, prese tutte insieme, a cosa ti fanno pensare? Nessuna idea?

Ti aiutiamo noi, si tratta del tono di voce del tuo brand. Il ToV, infatti, è quel mix unico che ti aiuta a comunicare in maniera riconoscibile e personalizzata.

In generale, quando si parla di brand si ricorre all’associazione con una persona. Un determinato carattere, un certo modo di esprimersi, uno specifico atteggiamento… lo stesso accade per il brand, che avrà bisogno di un tono di voce chiaro e coerente per esprimersi.

Scegliere il tono di voce perfetto per il tuo brand ti dà anche il grande vantaggio di attirare l’attenzione ed essere compresi proprio dalla fetta di pubblico di tuo interesse.

Qual è il ToV più adatto? Devi di certo avere ben chiara la tua identità. Oltre a questo aspetto, lo studio degli archetipi di Carl Gustav Jung e la guida Testi che parlano. Il tono di voce nei testi aziendali, di Valentina Falcinelli, possono aiutarti a non sbagliare.

Il ToV non è questione di gusti personali. Questo presupposto errato potrebbe trarti in inganno. Tra gli errori più comuni in fase di definizione di tono di voce troviamo:

  • la scelta di un ToV adatto a tutti
  • un ToV dettato dalle mode e non dalle caratteristiche del brand
  • un ToV rigido, che non si adatta al contesto.

Come definire la brand identity?

In questa fase hai bisogno di mettere a fuoco due elementi: chi è il tuo brand e chi è il tuo pubblico. Vediamo come fare.

Capire chi sei

La parte più complessa e più importante. Per focalizzarti al meglio su quella che è l’identità aziendale, devi fare un passo indietro e guardare tutta la situazione nel suo insieme.

Vogliamo suggerirti alcune semplici domande, le risposte saranno le linee guida per l’identità del tuo brand:

  • Come, quando e perché hai iniziato a pensare e sviluppare il tuo brand?
  • Qual è il contesto in cui si inserisce?
  • Chi è il tuo pubblico?
  • Qual è la tua missione?
  • Quali valori rappresenta il tuo marchio? E i principi su cui si fonda la tua azienda?
  • Quali sono i punti di forza della tua attività? E il suo valore unico?
  • Quale immagine vuoi dare al brand? Qual è la sua voce?

Come abbiamo già detto, gli aspetti della brand identity sono molto simili alle caratteristiche di una persona. Per riordinare anche queste caratteristiche e definire la brand identity, puoi utilizzare il prisma di Kapferer.

Lo schema illustra i sei aspetti principali della brand identity: elementi fisici, personalità, cultura, relazione, immagine riflessa e rappresentazione di sé.

Quando avrai risolto tutti i quesiti, non ti resterà che tradurre nella pratica ciò che hai capito sulla tua attività.

New call-to-action

Definire le buyer personas

Adesso sai chi sei, ma con chi vuoi interagire? Conoscere i tuoi interlocutori è essenziale tanto quanto conoscere te stesso.

Solo così sarai sicuro di comunicare il giusto messaggio nel giusto modo, affinché possa realmente essere efficace e raggiungere il tuo pubblico.

È il momento di definire le buyer personas

Le buyer personas sono rappresentazioni semi-reali del tuo cliente ideale, basate su dati concreti e su ipotesi relative alle sue caratteristiche demografiche, comportamenti, motivazioni e obiettivi.

In altre parole devi creare dei profili, degli avatar, che descrivano chi hai, o vorresti avere, come interlocutore

New call-to-action

Come comunicare la brand identity?

La brand identity è chiara, coerente ed è perfettamente cucita addosso alla tua azienda. Il lavoro è terminato? Come per ogni punto di arrivo, si apre un nuovo inizio.

Definire la brand identity e lasciarla stampata in un cassetto non servirà al tuo business. Devi farla uscire dalle mura della tua azienda e presentarla al pubblico.

Come si fa? Hai diverse vie da percorrere. Abbiamo raccolto quelle che non puoi fare a meno di esplorare.

Articolo_PP-BrandID_img_2

Il visual marketing

Prima delle parole, il nostro cervello è abituato a percepire, comprendere e ragionare per immagini.

Ecco perché devi curare la parte visual del tuo brand. Abbiamo già visto come logo e colori siano elementi determinanti per aiutare le persone a capire chi sei. Adesso devi fare il passo successivo.

Crea la cornice visiva giusta per il tuo brand, in modo che il tuo pubblico ti riconosca con una sola occhiata. Ripetila in modo coerente nel coordinato aziendale, nel packaging, nelle pagine web e nei supporti offline.

Lo storytelling

Dalle immagini alle parole. Racconta di te. Le persone vogliono emozionarsi e sentirsi parte di qualcosa, mostra la storia dietro il tuo brand.

In questo, ricorrere al corporate storytelling si rivela la scelta più azzeccata. Lo storytelling, infatti, comunica attraverso i racconti. Il trucco sta nell’usare modelli e processi relativi al racconto narrativo per dare l’immagine del brand, dei suoi valori o di alcuni prodotti.

Se vuoi mettere in campo proprio tutte le risorse e la tua creatività, unisci le immagini e le parole e affidati al visual storytelling, insomma crea una narrazione tramite le immagini.

Il visual storytelling ha la potenza dell’effetto suggestivo e dell’impatto immediato delle immagini e produrrai un intero immaginario in cui il pubblico possa riconoscersi e immedesimarsi.

Il sito

In molti imprenditori si insinua il dubbio sull’effettivo beneficio di un sito web in un mondo che è sempre più social. 

Ha davvero senso costruire un sito internet aziendale oppure il sito è solo un costo?

Anche nell’era dei social network, un brand ha bisogno di un sito. Per almeno 5 ottime ragioni:

  1. è sempre accessibile
  2. è un biglietto da visita online
  3. veicola e rafforza la brand identity
  4. costruisce autorevolezza e rende il brand più forte rispetto alla concorrenza
  5. permette di vendere online con l’e-commerce.

È ovvio, il sito deve essere personalizzato, deve rispecchiare il brand ed esprimere tutti i suoi valori. Ma deve anche garantire una buona user experience, ovvero facilitare la navigazione degli utenti, aiutarli a trovare tutto quello di cui hanno bisogno e consentire loro di comunicare direttamente con te.

Le pagine social aziendali

Affinché il tuo brand sia sotto gli occhi di tutti, passa dai social network. Insomma, devi fare social branding.

In altre parole, comunicare il tuo brand tramite i social. Non serve avere profili aziendali su ogni piattaforma, basta scegliere quelle più adatte al tuo settore, alla tua comunicazione e, ovviamente, quelle più frequentate dai tuoi potenziali clienti.

Oltre a una grande visibilità, i social ti aiutano anche nella tua strategia di inbound marketing, permettendoti vicinanza immediata con il pubblico, la creazione di community e un incentivo al passaparola.

Attenzione però, le pagine social vanno maneggiate con cura:

  • crea i profili aziendali dando rilievo e spazio a tutte le informazioni importanti riguardo al brand
  • aggiorna periodicamente i contenuti in modo da offrire contenuti utili e di valore con i tuoi post social
  • interagisci con gli utenti, sia invitando all’azione sia rispondendo ai loro commenti e dubbi.

Quanto costa creare una brand identity coerente?

Che tu stia partendo con una nuova attività, che tu voglia dare una rinfrescata o un deciso cambio di rotta al tuo business, non puoi fare a meno di lavorare sull’identità aziendale.

Qualunque sia la tua esigenza abbiamo appena tracciato un percorso che ti aiuta a toccare tutti gli elementi che ti servono e gestirli al meglio.

Il lavoro ti sembra faticoso? Certo, hai bisogno di tempo e di energie da dedicare allo studio del tuo brand. È un'operazione che necessita di attenzioni e di riflessioni approfondite.

Ti stai interrogando su come affrontare questo passo? Vuoi una strategia di comunicazione e di marketing che permetta al tuo brand di parlare e comportarsi in modo coerente? E anche di crescere?

Bene, allora, valuta l’investimento sul tuo brand di cui hai bisogno e tieni presente che un’agenzia può seguirti nella creazione della brand identity e aiutarti a sciogliere tutti i tuoi dubbi. 

 

Quando la tua brand identity è forte, anche il tuo business diventa forte. La strategia si fa chiara, l’attività cresce e la concorrenza non è più un tuo problema. Costruiscila adesso e non separartene più.

Contattaci