Blog

26/12/2019

Come usare i social media per fare inbound marketing?

I vantaggi che arrivano dai social network e come sfruttarli al meglio nella tua strategia di inbound marketing.

Informazioni di ogni genere in giro in tempo reale in tutto il mondo. A potenziare questo effetto prodotto da internet, si insinuano sempre di più i social network.

Ragionando su questo aspetto diventa evidente che proprio i social permettono un’interazione diretta con il pubblico.

Usare i social nel modo giusto aiuta ogni azienda a consolidare il proprio brand, agganciare nuove persone e implementare il giro d’affari. Ecco perché non può mancare una strategia social nel tuo piano di inbound marketing.

Cos’è l’inbound marketing?

Strategia e metodologia, ecco i due pilastri dell’inbound marketing.

Tutto ciò che può essere utilizzato per rapportarsi in modo trasparente e diretto con il tuo pubblico, al fine di ottenere risultati soddisfacenti per il tuo business rientra proprio nell’inbound marketing.

È un modo diverso di pensare, non solo al web, ma anche alla comunicazione. Un approccio che supera il concetto di pubblicità per farsi trovare sempre, ogni volta che serve. Insomma, portare l’utente alla tua azienda e non viceversa.

Come fare? 4 sono le fasi da affrontare con l’inbound marketing:

  1. Attrarre. Attira il pubblico con contenuti originali e rilevanti;
  2. Convertire. Offri la possibilità di ricevere aggiornamenti e offerte al tuo pubblico, i tuoi visitatori diventeranno così dei veri e propri leads;
  3. Chiudere. È il momento di far diventare i leads dei clienti, mostra tutti i benefici dei tuoi servizi e concludi la vendita;
  4. Deliziare. Instaura un rapporto forte e duraturo con i clienti, basato su trasparenza e fiducia reciproca, solo così potranno diventare dei veri e propri promoter per la tua attività.

Ogni fase avrà delle sue peculiarità e va trattata in modo specifico.

Ricordati sempre che i tuoi obiettivi, in qualsiasi momento dell’inbound marketing, devono essere chiari, raggiungibili, quantificabili e misurabili.

social media importanti facebook twitter inbound marketing

Perché i social sono importanti nell’inbound marketing?

Il mondo è social, la quotidianità è social. Ormai non è una novità, siamo tutti legati ai social. Ecco perché, a livello del tuo business, possono rivelarsi un’arma davvero preziosa, in grado di richiamare l’attenzione e avviare il pubblico verso le tappe dell’inbound marketing.

Lavorando in modo ragionato sui social media, i benefici per la strategia di inbound marketing saranno consistenti. Li approfondiremo tra poco, ma intanto ti anticipiamo che avrai di certo molta visibilità, aumento del traffico e della riconoscibilità del marchio. Insomma, una crescita apprezzabile di pubblico e anche della soddisfazione del cliente. Il tutto, mantenendo prezzi contenuti.

È ovvio che non possiamo fare di tutta l’erba un fascio, quindi ogni caso va distinto, così come ogni diverso tipo di social. L’inbound marketing va pianificato in modo da tenere conto delle caratteristiche di ogni canale, per sfruttare quello giusto, nel modo giusto, con il pubblico giusto.

I vantaggi dei social media nell’inbound marketing

Lo sappiamo bene, le conversioni sono l’obiettivo finale di qualsiasi attività online. Per aumentare la loro frequenza, il pubblico deve essere ascoltato, informato e coinvolto. Più si interagisce con i clienti, più le conversioni saranno numerose.

Da questo punto di vista il contributo dei social media è essenziale.

Guardiamo insieme quali vantaggi portano all’interno di una strategia di inbound marketing:

  • i social ti permettono di essere presenti, vicino al tuo pubblico e sviluppare conversazioni di valore con loro. In questo modo puoi incrementare la fedeltà al marchio e soddisfare il cliente, permettendogli di trovare le informazioni e le notizie che davvero gli interessano;
  • puoi realizzare campagne promozionali che permettano di arrivare a un pubblico sempre più ampio e ottenere conversioni veloci, senza spendere cifre eccessive;
  • donano una voce riconoscibile e autentica. Questo perché consentono di rispondere in modo diretto al cliente, esponendosi in prima persona. Oltre a far passare un’immagine positiva, migliora la percezione generale del marchio;
  • permettono di analizzare gli interessi del pubblico e le tendenze del mercato. Conoscere questi elementi ti può indirizzare nell’interpretare le scelte dei tuoi clienti e magari anche le tendenze future;
  • incentiva il passaparola. I social network, infatti, forniscono un incentivo considerevole al passaggio di informazioni e pareri, consigli e recensioni. Dunque, anche l’interazione costruttiva con il cliente diventa una forma di passaparola;
  • un aspetto immediato dell’uso dei social media è la velocità con cui il traffico viene veicolato sul tuo sito. Le condivisioni sulle pagine social portano, infatti, a un aumento delle visite, soprattutto quando i contenuti sono davvero utili e di valore;
  • creano una community, ovvero un pubblico, fedele, stabile e numeroso.
attività inbound marketing buyer personas social media

Come usare i social media nell’inbound marketing?

Adesso è davvero evidente quanto i social siano immancabili nella tua strategia di inbound marketing. Ora devi preoccuparti di usarli nel miglior modo possibile. Ti suggeriamo alcuni aspetti su cui lavorare.

La scelta dei social

Partiamo dal presupposto che non devi essere presente su tutti i social.

Focalizzati, piuttosto, su quelli dove il tuo pubblico è maggiormente presente. Scegli dunque in base alla preferenza delle tue buyer personas.
In base ai social individuati dovrai poi calibrare un piano editoriale mirato.

I contenuti, infatti, sono diversi da social a social. Tieni conto di:

  • formato dei contenuti: testo, foto, post, video e così via;
  • tipologia dei contenuti: argomenti e tematiche che stanno a cuore al pubblico e che potrebbero ricondividere.

L’uso dei social per amplificare i contenuti

Condividere è la funzione principale dei social network. E ancora di più lo è nell’ottica di inbound marketing.

I contenuti che proponi, ad esempio, nel tuo blog, e che puntano a richiamare un traffico organico, possono assumere maggiore rilevanza e girare di più sul web, proprio grazie alla condivisione social. Ciò aiuta anche nella delicata fase di trasformazione dell’utente in cliente.

Definisci il tuo piano editoriale affinché ti garantisca proprio:

  • distribuzione di articoli e contenuti;
  • engagement del pubblico;
  • implementazione del traffico sul sito;
  • generazione del lead.

La frequenza di pubblicazione e la tipologia di contenuti

Il contenuto è il protagonista. Parti da questo presupposto. Un contenuto di valore, interessante, utile e ben strutturato fa la differenza. Ma non basta, devi proporlo al meglio e al momento giusto.

Usa gli strumenti adatti per analizzare i tuoi profili e ricerca tutte le informazioni su giorni e fasce orarie nei quali il pubblico è più attivo e recettivo. Prova, sperimenta contenuti diversi a orari diversi, sempre basandoti sui dati che puoi avere tenendo conto di ciò che già accaduto.

Se non hai le idee ancora chiare, vogliamo lasciarti qualche esempio:

  • Facebook privilegia contenuti nuovi e provenienti da profili personali piuttosto che da pagine aziendali. Postare dalle due alle cinque volte a settimana può essere un buon equilibrio per la distribuzione dei contenuti;
  • Twitter richiede una presenza costante e quantitativa. Più si posta, più si ha visibilità. Il giorno e l’ora fanno poca differenza in questo caso, poiché gli aggiornamenti sono davvero veloci. Attenzione però a produrre un buon contenuto con soli 140 caratteri;
  • Linkedin, essendo legato al mondo del lavoro, tende a tenere i ritmi del mondo lavorativo, dunque può essere una buona scelta pubblicare durante la settimana nelle fasce di lavoro. Anche in questo caso, meglio non eccedere oltre i cinque post settimanali.

Trasformare il pubblico in promoter

Sei nell’ultima fase di inbound marketing, il tuo compito è deliziare il tuo pubblico. Come fare? Non devi commettere l’errore di pensare che, avendo concluso la vendita, il tuo lavoro sia finito.

Adesso devi far sì che da clienti diventino dei veri e propri ambassador per il tuo brand. Dunque una persona soddisfatta ed entusiasta del tuo prodotto o servizio e che arrivi a parlare di te in modo spontaneo, innescando della pubblicità e del passaparola.

Trova il tuo pubblico, capisci cosa ama, cosa predilige e come si muove.

Studia poi un piano editoriale per stabilire quali contenuti possono andare a colpire davvero e deliziare i tuoi clienti.

Definisci anche i tuoi obiettivi strategici e tutto ciò che riguarda la tua comunicazione con il pubblico. Pensa a contenuti che riescano ad attrarre, incuriosire e innescare confronti e discussioni. Tieni sempre il contatto con le persone, rispondi, fai domande, instaura un rapporto confidenziale, fai in modo di eliminare il filtro che a volte lo schermo pone tra le persone.

Mantieni attivo questo rapporto e fidelizzerai il tuo pubblico.

E allora, sono davvero utili i social network per la tua strategia di inbound marketing? Sì, lo sono. Spingono i tuoi contenuti verso un pubblico sempre più vasto, amplificano l’effetto delle tue pagine del sito, ma soprattutto ti consentono di entrare in contatto diretto con il tuo pubblico, con chi ti sceglie.

Questo è un aspetto a cui non puoi rinunciare, nulla paga come un rapporto trasparente e di fiducia con il cliente. Usa i tuoi social per fornire al pubblico sempre informazioni utili e pertinenti. Fatti trovare sempre pronto a rispondere ai loro dubbi.

Non ti serve far vedere che sei qualcosa di più di ciò che sei davvero, ciò che fa la differenza è farti vedere per quello che sei. I clienti vogliono parlare con te e sapere della tua attività. I social sono il tuo mezzo per farlo.

Contattaci