Blog

07/09/2020

Come creare un logo professionale?

I passaggi per progettare il tuo logo e i programmi da utilizzare per la sua realizzazione.

Attirare clienti, distinguerti sul mercato e rendere chiara la tua identità è possibile con un solo elemento?

Sì, grazie al tuo logo.

Che tu abbia un’azienda, un e-commerce, o stia lavorando sul personal brand, avere un logo che ti contraddistingue è essenziale per il tuo progetto e per il tuo business. 

Il logo è quel simbolo identitario che crea un rapporto visivo col pubblico

Ecco perché ti permette di essere riconosciuto tra migliaia di competitor. 

Un logo non deve essere solo una bella immagine da mostrare accanto al nome dell’azienda, deve essere te. 

Ti deve rappresentare al 100%, essere unico e riconoscibile.

Riuscire a far coincidere tutti questi aspetti in un'unica icona non è semplice. 

Per creare un logo professionale ci vogliono esperienza, senso creativo e conoscenze tecniche. 

Rivolgersi a un professionista è la soluzione migliore, ma se vuoi riuscire a orientarti per fare le scelte migliori, possiamo darti qualche consiglio utile su come creare un logo, quali strumenti e risorse gratuite utilizzare. 

Quali sono le caratteristiche di un logo efficace?  

Come abbiamo già accennato, un logo è una rappresentazione grafica che identifica chi sei, per questo non può prescindere da alcune regole basilari.

Un logo deve essere:

  • Semplice
  • Chiaro
  • Originale 

Prova a pensare ai loghi di tutti i brand più importanti che conosci, noterai che la caratteristica che li contraddistingue è la semplicità. 

Contattaci

Come realizzare un logo professionale quali sono i passaggi

Come realizzare un logo professionale: quali sono i passaggi?

Prima di metterti all’opera, rispondi a queste tre domande principali

  1. Chi sei? 
  2. Cosa comunichi? 
  3. A chi ti rivolgi? 

Una volta che avrai individuato le risposte, ti aiuteranno nelle scelte grafiche per il tuo progetto. 

Ma andiamo ad analizzare passaggio per passaggio come creare un logo professionale.

Parti dal nome della tua azienda

Un metodo utile per realizzare un logo di qualità consiste nel lavorare sul nome della tua azienda. Un esempio? Pensa alla Apple.

Prendi carta e penna, scrivi in un foglio il nome della tua azienda o del brand e comincia a fare delle prove. 

Scrivi anche le risposte alle tre domande che abbiamo appena visto, ti saranno utili per avere spunti e idee su cui lavorare.

Adesso puoi liberare la tua creatività e provare a fare dei bozzetti, partendo dai segni grafici del nome o dalle immagini a cui il nome, e le risposte alle precedenti domande, rimandano. 

Puoi agire su queste forme scomponendole, oppure stilizzandole.

Per esempio, se ti occupi di viaggi, tra le tue immagini potrebbero esserci un aereo, il mondo o una cartina geografica. 

Ecco, questi sono tutti elementi abbastanza semplici e molto usati, ma potrebbero diventare originali creando accostamenti interessanti, rimodellando le forme o facendo riferimenti più mirati, come ad esempio un rimando a una specifica specie di uccello. 

Gioca con il colore 

Una volta abbozzato il tuo logo, passa alla selezione dei colori

Il colore è un elemento decisivo per il successo o meno del tuo brand. 

Opta per un colore coerente, in linea col tuo target e funzionale a livello emozionale

Ne abbiamo parlato già in altre occasioni, puoi prendere spunto dalla psicologia del colore, che ti permette di associare la giusta tinta al messaggio che vuoi trasmettere.

Scegli il font

Il font ha il potere di sottolineare l’impatto o rovinare del tutto un progetto. 

Ecco perché la scelta del font è uno tra i passaggi più importanti e difficili.

Ti consigliamo di creare diversi bozzetti con font differenti, prova a mostrarli alle persone che conosci e valuta le loro reazioni. 

Cerca di capire cosa funziona e cosa no. Poi, ovviamente, segui anche l’istinto. 

Scegli quello che a colpo d’occhio ti piace di più. 

In alcuni casi, puoi lavorare sul semplice font, modificando anche solo una lettera per dare vita a un brand originale.

Contattaci

Studia le forme 

Una gran parte dei loghi è anche caratterizzata da forme geometriche. 

La forma è un elemento di forte impatto visivo e una chiave vincente nella creazione di un logo. 

Lavorare su una forma geometrica semplice, che riprende il segno grafico, può rivelarsi una decisione vincente: pensa alla A nell’icona di Adobe che richiama un triangolo. 

Creare un logo professionale quali sono i programmi utili

Creare un logo professionale: quali sono i programmi utili?

Adesso che hai le idee chiare su come vorresti che fosse il tuo logo, bisogna passare alla sua realizzazione pratica. 

Come? Fatti aiutare dai programmi adatti.

I programmi che lavorano sulla grafica si distinguono principalmente in due filoni: vettoriale e raster

Nel primo caso si lavora su tracciati geometrici (linee, curve) e le forme sono ottenute da complesse equazioni matematiche; nel secondo sui pixel e quindi sulla risoluzione.

La scelta migliore per la creazione del logo è il formato vettoriale. 

Il grande vantaggio sta nel fatto di ingrandire l’oggetto all’infinito senza perdere qualità

In questo modo potrai stampare il tuo logo in qualsiasi formato senza perdere di definizione.

Il formato raster, invece, tramite Photoshop o Gimp, ad esempio, ti permette di agire sui pixel ottenendo dei risultati davvero notevoli per le immagini.

Non sempre però è la scelta migliore nel caso di un logo.

Vediamo insieme alcuni dei principali software con cui puoi lavorare per il tuo logo.

Adobe Illustrator

Si tratta di un software di grafica vettoriale

Utilizzato dalla maggior parte dei professionisti del settore, può essere utilizzato anche da chi ha una conoscenza meno approfondita del software. 

Una volta avviato Adobe Illustrator puoi subito iniziare a sviluppare i tuoi progetti. 

Basta aprire un nuovo documento, selezionare un formato predefinito e iniziare ad assemblare i vari tracciati, font e colori.

Contattaci

Adobe InDesign  

Sempre nella famiglia Adobe, puoi trovare questo software in grado di elaborare e gestire, seppur in maniera ridotta rispetto a Illustrator, elementi di grafica vettoriale.

InDesign nasce soprattutto per la gestione di impaginati complessi, dunque trova un grande impiego nell’ambito dell’editoria, nonostante le sue analogie con Illustrator.

Oltre questi programmi, professionali e a pagamento, puoi sfruttare delle risorse gratuite che ti permettono di creare loghi creativi e personalizzati.

Inkscape

Valida alternativa a Illustrator, questo programma di grafica vettoriale è adatto per Windows, macOS e Linux.

Offre tutte le varianti per creazioni grafiche basilari e diffuse e ha numerose funzionalità, del tutto simili a quelle del suo competitor, come tipologia e come utilizzo. 

Affinity Designer

Ulteriore alternativa, in termini di funzionalità e stile, a Illustrator, questo strumento è utilissimo se sei un principiante. 

Ti aiuta a prendere confidenza con l’ambiente grafico a fare pratica e realizzare dei buoni progetti con budget molto contenuti.

Gravit

Si tratta di un programma di grafica online che ti consente di realizzare illustrazioni. 

Cosa ti serve per utilizzarlo? Un computer e una connessione a internet.

Questa applicazione web, infatti, può essere usata in tutte le sue funzioni e potenzialità direttamente dal browser

L’unico requisito è la registrazione al sito web del servizio.

Se sei un principiante questo strumento fa al caso tuo.

Canva 

Utilizzatissimo per la creazione di grafiche e contenuti sia per la comunicazione online che offline, Canva ha almeno 3 importanti vantaggi:

  • facile. Canva è intuitivo, funziona con la logica drag-and-drop e propone layout personalizzabili;
  • veloce. Sono disponibili modelli grafici con le dimensioni impostate per ogni tipo di contenuto, dai social, al blog, fino al logo;
  • permette di lavorare in team. Ogni progetto può essere condiviso con altre persone, per effettuare modifiche in qualsiasi momento lavorando a più mani. 

Qualunque siano il tuo progetto e lo strumento che deciderai di utilizzare per realizzarlo, dobbiamo lasciarti un ultimo promemoria.

Ricordati di conservare sempre la versione vettoriale del file del tuo logo

Esporta la tua grafica selezionando almeno una di queste estensioni “.eps / .pdf / .svg (solo per il web)”, assicurandoti sempre che tutti gli elementi all’interno siano tracciati vettoriali e non elementi rasterizzati. 

Esistono anche altri tipi di estensioni, ma con queste che ti abbiamo appena elencato sei abbastanza sicuro che il tuo file possa essere elaborato da software diversi per fini diversi: sito web, stampe di piccole o grandi dimensioni, video con l’animazione del logo e così via.

Partendo dal tuo messaggio e dagli elementi che definiscono l’identità del tuo business, devi solo far agire creatività e fantasia.

Hai già iniziato a realizzare il tuo logo professionale?

Ti interessa l’argomento? Ti consigliamo di leggere anche:

Contattaci