Blog

28/11/2019

L’uso dei social: i dati del 2019 e i trend per il 2020

Come hanno usato i social network gli italiani quest’anno? E cosa dobbiamo aspettarci per il prossimo? Analizziamo alcuni dati.

Ormai è indubbio, i social sono una vera risorsa per il tuo business. Ma per utilizzarli al massimo delle possibilità e usarli nel modo più appropriato per la tua azienda, non basta affidarsi a ipotesi, devi sempre tenere presente i dati.

Proprio in base a statistiche e numeri, infatti, potrai impostare nel modo più adeguato la tua strategia di social media marketing.

Partiamo quindi dai dati rilevati in questo anno, per arrivare alle previsioni sul prossimo e avere le idee più chiare sulle tue prossime mosse sui social.

uso social media 2019

Quali sono i dati sui social relativi al 2019?

Aumento dell’uso del mobile, nuovi social network e sempre più persone online portano a una evoluzione molto veloce nei modi d’uso e nelle preferenze sul mondo social.

Quest’anno com’è andata? Guardiamo insieme quali sono state le abitudini degli utenti con i social network.

LEGGI ANCHE: Immagini e video sui social: le dimensioni aggiornate

Quante sono le persone presenti nel web?

Il primo dato rilevante è l’importante accelerazione nella crescita degli utenti online, che ha caratterizzato il 2019. Basti pensare che in cinque anni il numero di persone nel mondo su internet è cresciuto di oltre il 75%.

Per quel che riguarda gli italiani, l’uso dei social è sempre più massiccio. Un rapporto di We Are Social mette in luce proprio l’aumento del 27% dell’utilizzo di internet, rispetto al 2018, che si traduce in un totale di 54,80 milioni di persone che usano il web.

In pratica il 92% degli italiani è online. Tra questi oltre 35 milioni sono attivi sui social (soprattutto Facebook e Instagram).

Contattaci

Quanto tempo trascorriamo sui social?

Partiamo da un presupposto: il 98% delle persone accede a una piattaforma social ogni giorno.

Secondo le stime di GlobalWebIndex noi italiani passiamo circa 6 ore al giorno navigando in internet, anche da diversi dispositivi. Di questo tempo, circa 2 ore e 16 minuti sono spese sui social network. In altre parole, le pagine social occupano circa un terzo del tempo complessivo trascorso online.

Un altro dato interessante è sul tipo di dispositivi usati per la navigazione.

Le persone, infatti, tendono a passare la metà del tempo dedicata in internet sui dispositivi mobile. Insomma, cellulari e tablet prendono sempre più piede per l’utilizzo della rete.

Quali sono i social network più amati dagli italiani?

Secondo i dati raccolti da We Are Social, a farla da padrone, tra le preferenze degli italiani, c’è ancora YouTube. Il social network dedicato ai contenuti video è scelto, infatti, dall’87% degli utenti di internet.
Seguito a ruota da WhatsApp, Facebook e Instagram.

Le ipotesi di una possibile caduta di Facebook sono quindi smentite. Anzi, si riconferma come terzo sito più visitato e usato nel web. Mentre, come piattaforma dedicata alla messaggistica, gli italiani scelgono ancora WhatsApp.

LEGGI ANCHE: Instagram per la tua azienda: consigli per l'uso

Come sono usati i social?

In base alla terza edizione della ricerca “Italiani e Social Media”, svolta da Blogmeter, gli italiani:

  • prediligono Facebook per condividere informazioni, conoscere notizie e leggere le recensioni;
  • usano Instagram per scoprire brand, prodotti e seguire gli Influencer, oltre che per avere informazioni prima di decidere un acquisto;
  • scelgono YouTube come principale luogo per lo svago.

Mentre, il report Globalwebindex del 2019 ci fornisce diversi dati numerici:

  • circa il 40% degli italiani usa i social media per recensioni su prodotti, per comunicare con aziende e per scegliere in fase di acquisto;
  • il 36% preferisce usare le pagine social per restare aggiornato sui brand che ama o sui personaggi di interesse;
  • circa il 18% naviga nelle piattaforme social per scoprire nuovi brand e prodotti.

Un ultimo dato interessante da valutare è che 1 italiano su 3 preferisce curiosare nelle bacheche, guardare le stories e leggere contenuti e commenti degli altri utenti. Infatti, solo il 35% degli iscritti ai social scrive propri post o è attivo nelle discussioni.

Insomma, tendiamo a utilizzare con maggiore frequenza i social media, non solo per divertimento o per comunicare, ma anche, sempre più spesso, per lavoro.

LEGGI ANCHE: 10 errori da non fare su Instagram

Contattaci

Quale tipologia di contenuto vogliamo vedere dai brand?

Quando seguiamo un brand abbiamo spesso molte aspettative su ciò che ci può proporre. Vogliamo di certo contenuti pertinenti, interessanti e rilevanti.

Per un brand, dunque, è essenziale catturare il pubblico, la sua attenzione. Magari provocare delle reazioni o muovere determinate emozioni. Oltre, è ovvio, a rispondere alle esigenze dei clienti.

Dunque, ecco cosa ci aspettiamo dall’attività online di un brand:

  • contenuti autentici (46%);
  • essere informati (42%);
  • una comunicazione creativa (44%);
  • soddisfare la voglia di intrattenimento e divertimento (41%).

LEGGI ANCHE: Come creare un piano editoriale efficacie per web e social

uso social media 2020

Cosa dobbiamo aspettarci per il 2020?

Un’analisi completa e dettagliata sulle tendenze del prossimo anno e, forse, anche di quelli a venire, è sviluppata da Talkwalker e HubSpot.

A partire dalle valutazioni, dalle opinioni e dagli spunti forniti da esperti e professionisti del settore, provenienti da tutto il mondo, è stato possibile tracciare un quadro globale del futuro del marketing e di ciò che ci aspetta a livello della comunicazione, online e social.

Guardiamo insieme i tre filoni principali su cui ci proietteremo nel 2020.

Il mondo dei social

Un pubblico sempre più vasto, eterogeneo ed esigente si affaccerà al mondo dei social. Nuove piattaforme saranno pronte a emergere e contendersi la popolarità con i grandi colossi come You Tube o Instagram.
Questo è il quadro generale, ma cosa comporta nella pratica?

Dovrai fare attenzione agli spostamenti del tuo target. seguirà gli stessi social oppure cambierà? Piattaforme come TikTok stanno prendendo sempre più piede e per il prossimo anno potrebbero essere impiegate anche per il tuo business.

I contenuti, come sempre, dovranno essere ben calibrati per il social che sceglierai per la tua azienda, in modo da poter interagire nel modo più proficuo possibile con il tuo pubblico.

Sempre più campagne sui social tenderanno a incoraggiare le persone a staccarsi dal mondo digitale per vivere di più quello reale. Ciò sarà una conseguenza della maggiore consapevolezza che acquisiremo proprio sulle ore trascorse in rete.

Ecco perché, con il tuo brand dovrai trovare il giusto equilibrio per dare spazio e rilevanza al tempo dei tuoi clienti.

Fai attenzione alla trasparenza sulla privacy. Da anni si è rivelato un tema importante e di grande impatto. Adesso è il momento di dare risposte concrete ai dubbi degli utenti su come un brand utilizza i dati del pubblico sui social network.

Il nostro consiglio? Dai risposte chiare e inequivocabili, acquisirai anche più affidabilità e rafforzerai la tua immagine.

Il rischio di fake news sarà ancora molto presente. Fai attenzione a non cadere in questa trappola. Verifica delle fonti e della veridicità per non creare allarmismi tra i tuoi clienti e per non perdere la loro fiducia.

LEGGI ANCHE: Guida pratica alla creazione di una pagina Facebook aziendale

Contattaci

La nuova tecnologia

Realtà aumentata e realtà virtuale saranno sempre più presenti, a partire dalle app.

Nuove e numerose opportunità da valutare anche per il tuo business.

Scatena il tuo estro e le tue capacità nel marketing per sviluppare nuove strategie, pubblicità e in generale per mettere in gioco la tua creatività e stupire i clienti. Un’occasione unica per migliorare la user experience, per le comunicazioni in tempo reale e per acquisire rilievo rispetto ai competitor meno innovativi.

Anche l’avvento dell'intelligenza artificiale porterà grandi novità.

Possibilità di velocizzare processi e lavori, oltre che, pure in questo caso, risultare più innovativi e all’avanguardia. Da non sottovalutare, inoltre, l’opportunità di avere maggiori dati e più approfonditi. Come sarà possibile? Le analisi video sono solo un esempio di ciò che è destinato a diventare normalità.

Le rivoluzioni nel marketing

L’incremento degli utenti online sta portando a un uniformarsi delle abitudini dei consumatori quando sono connessi. Questo ti permetterà di avere alcuni vantaggi nel 2020. Vediamo quali:

  • targettizzare in modo più preciso ed efficace gli utenti;
  • interagire con il tuo pubblico con tecnologie più avanzate. Video social, ricerca vocale, interazioni personalizzate sono solo un esempio di ciò che potrai fare;
  • potrai focalizzarti meglio sui tuoi clienti. Infatti sarai in grado di comprendere con esattezza dove sono collocati e a che tipo di comunicazione sono recettivi;
  • sfruttare l’influencer marketing. Nel 2020 gli influencer saranno sempre più di nicchia. Sfrutta questo aspetto per evitare il finto engagement, ovvero una finta interazione con il pubblico. Gli influencer che agiscono su un raggio meno ampio hanno, infatti, la possibilità di raggiungere comunità personalizzate proprio per il tuo brand.

Insomma, combina le novità con ciò che puoi apprendere dall’anno che sta per finire per creare contenuti sempre più intriganti e all’avanguardia e soprattutto mirati per il tuo brand e il tuo pubblico. Non fermarti solo al 2020, continua a pensare sempre oltre.

LEGGI ANCHE: Strategia di web marketing: che cos’è e come farla in modo efficace

Contattaci