03/11/2022

Telemarketing outbound: come aiuta la tua azienda a crescere?

Integra la tua rete commerciale con il servizio di telemarketing per una gestione ottimale del cliente e delle vendite

Fare o non fare telemarketing? Da sempre la scelta è spinosa. Disturbare con chiamate insistenti i tuoi clienti oppure perdere l’opportunità di far crescere il business?

Se ti poni queste domande, è il momento di chiarirti le idee e raccogliere qualche dettaglio in più su questo strumento.

Abbandona subito il pregiudizio: il telemarketing non equivale sempre a chiamate indiscriminate. Ciò di cui parliamo noi è uno strumento utilissimo di marketing.

Il buon telemarketing è quello che definisce il messaggio, inquadra il pubblico e solo dopo chiama, in modo mirato e contestuale, le persone o le attività che sono nel target. 

Dunque si analizza, si pianifica, si imposta una strategia adeguata a pubblico e obiettivo. La chiamata è solo un passaggio del processo.

Intercettare nuovi prospect, assistere coloro che già sono clienti, proporre novità, aumentare le vendite, creare nuove opportunità di business, superare la concorrenza… Le possibilità che questo strumento ti fornisce sono davvero numerose.

In tutto questo processo, puoi optare per il telemarketing outbound, ovvero affidarti a un’agenzia specializzata che gestirà per te tutte le fasi.

Insomma, il telemarketing outbound si rivela essenziale per una gestione strategica dell’azienda e delle vendite, oltre che una scelta economicamente vantaggiosa. Vediamo nel dettaglio perché.

Appuntamenti telemarketing: i vantaggi per il tuo business

Non solo vendita. Se il primo pensiero quando si parla della presa di appuntamenti grazie al telemarketing è di sicuro quello di vendere, non possiamo fermarci solo a questo.

Si tratta, infatti, di uno strumento molto più completo, efficace e sostenibile per aumentare e gestire la clientela.

Valutiamo i diversi benefici che può portare alla tua attività; ne abbiamo individuati almeno 8.

1. Adattamento ai tuoi obiettivi

Il telemarketing è flessibile e versatile. Permette di ottenere diversi tipi di risultato, devi solo valutare ciò di cui hai bisogno. Da nuovi lead alla raccolta di pareri, puoi impostarlo in modo che si adegui alla tua strategia di marketing aziendale.

Un buon piano di telemarketing prevede uno studio delle esigenze e solo in un secondo momento il via ai contatti. 

In questa fase deve essere chiaro da entrambe le parti (imprenditore e fornitore del servizio telemarketing) in che direzione andare. Dunque è necessario confrontarsi e collaborare.

New call-to-action

2. Profilazione del pubblico

Al contrario di quello che spesso siamo portati a pensare, il telemarketing non “spara nel mucchio”. È proprio il contrario.

Per essere efficace, infatti, ha bisogno di rivolgersi nel modo giusto, al giusto pubblico. Ecco, quindi, che fatte le dovute valutazioni sulle tue buyer personas, sarai sicuro di parlare con chi desideri davvero.

Crea le tue liste di contatti in modo che contengano riferimenti e informazioni solo del tuo target. Ovvero coloro che si dimostrano interessati - o potrebbero esserlo - davvero a ciò che proponi.

Accertati di tenere aggiornate queste liste: qualcuno potrebbe cambiare idea e qualcun altro potrebbe aggiungersi. Valuta anche la possibilità di recuperare contatti che non sembrano più interessati a un certo servizio, ma si stanno spostando verso un altro servizio che fornisci.

3. Personalizzazione del messaggio

Considera la parola “personalizzazione” in tutte le sue accezioni. La tua impronta personale, il riferimento all’individuo specifico e non al pubblico generale e, infine, il lato legato alla persona a cui affiderai il lavoro e che darà una voce reale alla comunicazione. 

Rendi la presentazione e la proposta aziendale unica e distinguibile, così da creare un rapporto più vero e umano.

Puoi sfruttare passioni, interessi e problemi delle persone con cui andrai a parlare. Pensa a un’impostazione di questo tipo anche per le tue liste di contatto, velocizzeranno l’attività.

4. Rapporto umano

Strettamente legato a quello precedente, questo aspetto è un grandissimo punto di forza del telemarketing: la relazione umana.

Un progetto di telemarketing ben fatto ha proprio la capacità di instaurare interazione e un rapporto veloce tra le persone. 

È così che, questo tipo di servizio, passa da potenziale disturbo a grande risorsa per il cliente. Prova a pensare alla risoluzione di specifiche richieste, alle gestione di criticità o soltanto al sentirsi ascoltati.

Prenditi cura della scelta e della formazione degli operatori che avranno questo compito; a loro volta saranno capaci di prendersi cura del cliente.

New call-to-action

5. Valorizzazione dei contatti

Hai attivato le tue campagne social, hai partecipato a fiera e hai raccolto numerosi contatti. Che farne? 

Un errore comune è di farli cadere nel dimenticatoio, oppure di trattarli tutti allo stesso modo. I nominativi vanno scremati e poi contattati in modo adeguato, caso per caso.

Così potrai davvero trarre il massimo dalla tua attività di marketing e chiudere in modo efficace tutte le interazioni che hai aperto.

6. Vendita veloce

È la prima cosa che associamo al telemarketing: la vendita. Può essere uno degli obiettivi finali da raggiungere e grazie a questo strumento puoi velocizzare di molto la chiusura degli affari.

Eppure non è sempre vero. Sì, perché per ottenere questo risultato, devi impostare un’azione di telemarketing efficace, che segua delle buone pratiche.

Rileggendo adesso i vantaggi che abbiamo sottolineato finora, ti accorgerai che non sono solo benefici, ma sono anche degli spunti interessanti per impostare il tuo telemarketing affinché faccia la differenza.

New call-to-action

7. Riscontri dal pubblico

Vuoi un’operazione di telemarketing efficace? Devi valutarne con costanza le prestazioni. Un po’ come accade per numerose attività promozionali sul web.

Esistono diversi modi per fare le tue considerazioni, te ne suggeriamo qualcuno:

  • confronto con campagne precedenti
  • conteggio di chiamate e ordini ricevuti
  • conteggio degli appuntamenti presi e degli incontri effettuati
  • stima di spese e guadagni.

Gli elementi che andrai a valutare saranno differenti in base all’obiettivo che ti sei dato.

A prescindere dal tuo obiettivo specifico, invece, c’è un aspetto essenziale in qualsiasi campagna di telemarketing: il feedback degli utenti.

Avere un contatto diretto, raccogliere le loro opinioni e impressioni, incentivare il confronto è il modo migliore per ottenere informazioni sul tuo pubblico e, di conseguenza, sulla tua attività.

Il telemarketing, sfruttando il giusto messaggio, lo script adatto per la chiamata e le competenze degli operatori, ti offre tutto questo. Con un ulteriore plus: le persone apprezzeranno questa opportunità di dire la propria ed essere presi in considerazione.

8. Riduzione dei costi

Scegliere il telemarketing outbound significa affidarsi a un’agenzia che organizza tutti i passaggi, lasciandoti senza pensieri anche per i costi collaterali e di logistica.

Questo va a incidere su un costo finale relativamente contenuto. Insomma, effettuato l’investimento sull’agenzia che ti farà da partner, potrai avere una spesa fissa per il servizio e beneficiare dei risultati.

Articolo_Tmkgoutbound_Img_1

Quanto costa fare telemarketing?

Abbiamo appena visto che il telemarketing può aiutare molto la tua azienda, pur avendo dei costi contenuti.

Certo, ma cosa determina questi costi? Va subito specificato che hai almeno due opzioni: gestire internamente questo strumento oppure affidarti a un’agenzia.

Per fare telemarketing non basta avere un telefono. Se stai valutando di dedicare a questa attività parte delle tue ore di lavoro o del tuo personale, non tralasciare le azioni fondamentali per strutturarla in modo efficace:

  • definire gli obiettivi
  • raccogliere informazioni dettagliate sul target
  • studiare il messaggio e l’approccio della chiamata
  • formare al meglio gli operatori 
  • programmare le chiamate in maniera adeguata
  • valutare le tempistiche di lavoro, poiché il personale dedicato non avrà tempo per altre mansioni
  • scegliere lo strumento migliore per gestire i contatti dopo la chiamata (CRM)
  • allineare gli operatori telefonici con la rete commerciale o il reparto produttivo.

Tutti questi aspetti hanno un costo, al quale va aggiunto il costo di gestione delle chiamate.

Se sei alle prime esperienze con il telemarketing, l’opzione outbound può rivelarsi la migliore per diverse ragioni.

Oltre ai vantaggi del telemarketing, affidandoti a un’agenzia esterna, non dovrai più investire tempo e risorse su questa attività.

Il tuo sforzo iniziale, oltre che economico, sarà sulla collaborazione, per definire ciò di cui hai bisogno. A seconda delle tue richieste, potresti avere anche delle variazioni del prezzo.

Un contatto con nuove persone sarà diverso dalla presa di appuntamenti che sarà diversa dalla proposta di servizi specifici. E ogni attività avrà caratteristiche e costi diversi.

In generale, tra le voci a preventivo puoi trovare:

  • analisi preliminare
  • operatore preparato e competente
  • costo chiamata
  • analisi risultati e note sul riscontro del pubblico
  • archivio dei contatti.

 

Il telemarketing oggi non è soltanto una chiamata telefonica. Il telemarketing è strategia, è programmazione, è risultato. E tu puoi portare questo risultato anche nella tua azienda!

New call-to-action

Contattaci