Blog

31/10/2018

Report gratuito: tutti i numeri del cinema in Italia

Quali sono stati gli incassi e le presenze al cinema nel 2017? Gli investimenti pubblicitari al cinema sono calati o cresciuti? Come si evolverà la situazione? Rispondiamo a queste e altre domande con un report sul cinema.

In attesa che il 2018 si concluda e ANICA e ANEC, le due principali associazioni di categoria, presentino le statistiche annuali sul cinema di quest’anno, vediamo di analizzare i dati più recenti, per capire l’andamento del cinema in Italia, come si evolverà la situazione nei prossimi anni e le abitudini degli italiani in relazione alla settima arte.

Gli stessi dati, più completi e approfonditi, sono elencati all'interno di un report gratuito da scaricare e leggere: 

 

Scarica il pdf gratuito

 

In questo articolo faremo una panoramica generica ma completa sul cinema in Italia, presentando i dati e le statistiche più interessanti e considerando anche gli investimenti pubblicitari delle aziende su questo canale. Ti consigliamo però di scaricare il report sul cinema - che è gratuito - se vuoi avere una fotografia più approfondita sull’argomento.

Quanti sono stati gli investimenti pubblicitari al cinema nel 2017?

Nonostante il 2017 non sia stato l’anno migliore per il cinema italiano, gli investimenti pubblicitari non sono affatto calati, anzi hanno registrato un aumento del 2,4% rispetto al 2016.

Se poi andiamo a vedere i dati relativi al 2018, nel semestre gennaio-giugno gli investimenti sono cresciuti del 24% rispetto allo stesso semestre nel 2017. Questi numeri ci fanno capire che il cinema è un motore di traino per la pubblicità in Italia, molto di più rispetto ai media tradizionali, e lo sarà anche negli anni a venire.

LEGGI ANCHE: Nuovi clienti con la pubblicità al cinema: il caso Nuova Ottica

Il motivo della crescita è legato a una serie di fattori: la memorabilità e l’impatto del messaggio pubblicitario, proiettato su uno schermo di 35-40 metri quadrati in una sala buia, il basso affollamento pubblicitario e la possibilità di colpire le persone che vivono in una determinata città, grazie ai cinema presenti in ogni quartiere.

stima del mercato pubblicitario

Variazioni rispetto al 2016 (fonte: Nielsen)

Quali sono stati gli incassi e le presenze nel 2017?

Rispetto al 2016, il 2017 ha registrato un numero inferiore di incassi (-11,63%) e di presenze (-12,38%) al cinema.

Il motivo non è legato a un improvviso cambiamento di abitudini degli italiani, che continuano a considerare il cinema come il passatempo preferito rispetto agli altri settori dello spettacolo come il calcio, il teatro e le mostre, ma alla mancanza di forti titoli made in Italy che hanno faticato a trainare il settore.

Il 2016, infatti, ha potuto beneficiare di un titolo importante quale Quo vado? di Checco Zalone, che da solo ha incassato il 9,9% del ricavo complessivo di tutto il box office nazionale. A dare manforte al cinema italiano è stato anche Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese che ha incassato 17,3 milioni di euro.

Una nota: Checco Zalone tornerà al cinema a inizio 2019 con la sua nuova commedia L’amico di scorta; si prevede quindi una notevole affluenza alle sale.

Gli unici titoli italiani che hanno spinto il cinema nazionale nel 2017 sono stati L’ora legale di Ficarra e Picone e Mister felicità di Alessandro Siani, che si sono attestati appena sopra i 10 milioni di euro.

Quali sono stati i mesi di maggior affluenza?

I periodi migliori per il cinema, in termini di incassi e presenze, sono i periodi invernali e primaverili. Il trend è confermato anche per l’anno 2017, in cui i mesi più redditizi sono stati gennaio (15,26% del totale degli incassi) e dicembre (12,44% del totale degli incassi).

Entrando nello specifico, i primi tre mesi dell’anno hanno corrisposto il 35,23% degli incassi di tutto il 2017. Il periodo peggiore, invece, resta quello estivo, che nel 2017 ha influito solo per l’11,70%.

spettatori cinema italia

 

Scarica il pdf gratuito

 

Quali sono le abitudini degli italiani in relazione al cinema?

Sebbene le presenze al cinema siano calate rispetto al 2016, il cinema continua ad essere la tipologia di spettacolo preferita dagli italiani: il numero di ingressi al cinema (il 41,40% del totale degli ingressi di tutti i settori dello spettacolo) supera di gran lunga quello relativo ai concerti, partite di calcio, teatro e mostre.

La frequentazione del cinema è fortemente correlata all’età degli spettatori: i frequentatori più assidui delle sale cinematografiche sono i giovani tra i 18 e i 24 anni. Questa tipologia di spettatore va al cinema, in media, più di 12 volte all’anno.

Anche il livello di istruzione influenza la frequentazione dei cinema: tra le persone di 25 anni e più, sono andati al cinema almeno una volta all’anno il 70,9% dei laureati, contro il 57,7% dei diplomati e solo il 23,9% di chi ha al massimo la licenza media (fonte: Istat).

L’81,4% degli intervistati va al cinema almeno una volta a settimana, mentre il 66,3% di loro preferisce le sale multiplex perché capaci di offrire servizi e una maggiore offerta di titoli.

Come sarà il futuro per il cinema?

Il 2018 si chiuderà con una piccola ripresa per quanto riguarda gli investimenti pubblicitari al cinema: le stime si aggirano tra il +1,4% e il +1,9% rispetto a 2017.

LEGGI ANCHE: Fai pubblicità al cinema con la nostra offerta speciale

Il 2019, invece, si prospetta ottimistico in termini di presenze e incassi, grazie anche ad una serie di film, italiani e americani, attesi dal pubblico. Tra questi ci sono:
  • L’amico di scorta, la nuova commedia di Checco Zalone in uscita nelle sale a gennaio;
  • Domani è un altro giorno, remake della pellicola argentina Truman, un vero amico è per sempre, che avrà come protagonisti Marco Giallini e Valerio Mastandrea;
  • Non ci resta che il crimine, una commedia con un cast importante che include Alessandro Gassman, Marco Giallini ed Edoardo Leo;
  • Star Wars: Episodio IX, che tornerà a riempire le sale cinematografiche di tutto il mondo nel periodo natalizio e concluderà la saga Skywalker;
  • The Crow Reborn, con Jason Momoa che vestirà i panni del Corvo, personaggio cult entrato nell’immaginario collettivo cinematografico;
  • IT 2, il sequel di IT uscito al cinema nel 2017 in cui il Club dei perdenti tornerà a combattere contro il clown assassino.

Inoltre, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha annunciato alcune iniziative importanti per aumentare le affluenze al cinema nel 2019. Ad esempio i CinemaDays, giornate speciali per assistere agli spettacoli a prezzo ridotto, il lancio di una Festa del Cinema in primavera, in concomitanza con la premiazione dei David di Donatello, e di una Grande Estate di Cinema 2019, un evento per incentivare la frequentazione dei cinema durante la stagione stagione, da sempre sottovalutata e sottostimata nel settore.

Scarica il report con i numeri  del cinema in Italia

Contattaci