Blog

27/05/2021

Come migliorare la user experience del tuo sito

La check list, le best practices e gli errori da evitare nelle tue pagine aziendali per non perdere clienti

Se è vero che anche nel 2021 il sito si rivela lo strumento immancabile per comunicazione e marketing aziendale, è pure vero che deve essere costruito in un determinato modo.

Quello che ogni imprenditore desidera è farsi notare dal pubblico. Quello che però a molti imprenditori sfugge è che il cliente ha bisogno di essere accolto, guidato e coccolato

Le persone devono fare un’esperienza piacevole quando si avvicinano a un’azienda, ai suoi prodotti e servizi. Un’esperienza che passa anche dal sito.

Motivo per cui devi assicurarti che sul tuo sito tutto funzioni a dovere. Alcuni elementi, infatti, aiutano la permanenza sul sito e influenzano la preferenza del pubblico, altri lo fanno fuggire. Risultato, vendita mancata.

Quali sono le caratteristiche di un buon sito?

La user experience è sulla bocca di tutti. Si parla della sua necessità, dei vantaggi e di come progettarla in modo appropriato.

Sperimentiamo ogni giorno in prima persona la navigazione online, siamo utenti di altri siti e ci siamo abituati a un certo tipo di accoglienza.

Quando qualcosa non funziona come ci aspettiamo siamo pronti ad abbandonare velocemente le pagine. Succede a tutti.

Evita che il tuo pubblico si trovi in questa situazione spiacevole. Mettilo a suo agio, in un sito che rispetti questi elementi:

  • comunicazione chiara e immediata
  • posizionamento evidente rispetto al target, ovvero rispetto a chi ci si rivolge
  • l’obiettivo dell’azienda è presentato palesemente, anche tramite le CTA
  • aggiornamento costante dei contenuti
  • sito responsive
  • buona velocità di caricamento delle pagine e dei contenuti
  • interfaccia di navigazione intuitiva e pratica
  • assenza di elementi superflui che non sono funzionali e possono confondere
  • equilibrio tra testo e immagini in ogni pagina
  • aiutare la leggibilità del testo con grassetti, corsivi, spazi…
  • codice pulito e senza errori
  • mancanza di errori 404.

La base per un sito che ti aiuti a far crescere il business è imbastita. Adesso va tradotta nella pratica.

Contattaci

Quando un sito è usabile?

La valutazione della navigabilità di un sito passa da numerose sfaccettature, alcune piuttosto sostanziali.

Per aiutarti a far restare sulle tue pagine i clienti vediamo insieme alcuni elementi su cui non sempre si presta la giusta attenzione e che ti aiutano a presentare un sito davvero usabile.

Il menù di navigazione

Articolo_PP-ElementiSito_img_1Colloca il menù in una posizione visibile e subito accessibile. Meglio se in alto, sia per una questione di abitudine, sia per la praticità con cui permette di far trovare ciò che si cerca senza sforzi.

Tieni presente che il menù a tendina è utile e funzionale per dare ordine ai contenuti e guidare l’utente. Attenzione però a non esagerare con le sottovoci. Il rischio è di ottenere l’effetto opposto, far smarrire le persone in una selva di voci.

I click per arrivare alle pagine prodotto

Articolo_PP-ElementiSito_img_2

Quanti click servono alle persone per spostarsi tra le tue pagine? Parti da questa domanda e cerca di ridurre il più possibile questo numero. Meno sono i click, più agevoli la navigazione

Un altro aspetto essenziale è indirizzare correttamente gli spostamenti. Fai in modo che le persone sappiano dove si trovano all’interno del sito, in che modo andare da una pagina all’altra e come tornare indietro in caso di necessità. Meglio snellire il più possibile questi processi. 

Non dimenticare di rendere accessibili informazioni di contatto e altri dettagli utili, magari su vendita e pagamenti, con il minor numero di click possibile.

Barra di ricerca

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 2

A volte siamo tutti un po’ pigri. Magari qualche tuo potenziale cliente lo è proprio mentre naviga sul tuo sito.

Cosa potrebbe succedere? Potrebbe non avere voglia di cercare nel menù o girare su diverse pagine per individuare ciò di cui ha bisogno.

Avere una barra di ricerca aiuterebbe a trovare le risposte desiderate inserendo solo alcune parole chiave.

Il vantaggio non è solo per i clienti più pigri, ma anche se il tuo sito è molto grande, oppure i tuoi prodotti e servizi numerosissimi.

Insomma, consenti a chi vuole andare dritto al punto di risparmiare tempo e acceleri il processo d’acquisto. Un guadagno per la soddisfazione del cliente, un guadagno per la tua azienda.

Il layout del sito web

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 3

Certo, il sito deve essere perfettamente funzionante, ma non puoi buttare a caso gli elementi che lo costituiscono.

Il layout deve essere curato per catturare l’occhio e per guidare nella navigazione. Dunque unire estetica e funzionalità. Gli elementi devono essere colti e riconosciuti con facilità, uniformi e gradevoli tra di loro. 

Il tuo layout rispetta queste caratteristiche? Osserva le tue pagine e fingi di essere arrivato lì per la prima volta: l’impatto visivo è piacevole? Le informazioni più importanti risaltano? Riesci a trovare tutto quello che ti serve?

I contenuti del sito web

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 4

Un errore tipico per molte aziende è quello di partire dal presupposto che tutti sappiano già di cosa si parla. In realtà è l’esatto contrario: costruisci il tuo sito proprio per far sapere quello che fai.

Quindi chiediti: ciò che fai è subito chiaro per chi atterra sulle tue pagine? I prodotti e i servizi sono descritti in modo completo e in parole semplici? L’utente riesce a cogliere le azioni da compiere?

Insomma, fornisci tutti i dettagli, anche quelli che per te sembrano banali. E fallo con un linguaggio comprensibile. Riduci tecnicismi ed evita i paroloni.

Ti suggeriamo un ultimo accorgimento: dai rilievo ai contenuti che per te sono essenziali. Fai campeggiare i tuoi concetti focus nei titoli oppure esponili con l’aiuto di icone.

Le CTA per richiedere i servizi

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 5

Il sito web ha uno scopo, per portarlo a compimento devi dare delle indicazioni a chi lo visita. Hai bisogno delle Call-to-action.

Le CTA ti aiutano ad agevolare la navigazione e far arrivare le persone proprio dove vuoi, che si tratti di una pagina, un form di iscrizione, una scheda prodotto per un acquisto.

Come abbiamo ripetuto spesso fino a ora, la chiarezza deve essere la parola d’ordine. Nemmeno le CTA fanno eccezione.

Dai poche e precise istruzioni. Se i passaggi sono diversi, spiega i diversi step nel modo più schematico possibile. 

E se qualcuno ha ancora dubbi? Prevedi una pagina FAQ, ti aiuterà a indirizzare le persone a risolvere dubbi e ad affrontare la navigazione in modo più piacevole.

I pop-up delle pagine

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 6

Va detto subito: in generale meglio evitare quanto più possibile i pop-up. In alcuni casi, però, sono necessari, inutile negarlo.

Un’offerta da promuovere, l’iscrizione alla newsletter oppure un evento a cui dare più risalto, le occasioni sono diverse e devi valorizzarle. 

Il problema nasce quando i pop-up diventano così invadenti da non consentire una navigazione continuativa e tranquilla. Se mentre un utente cerca di leggere la pagina in cui racconti della tua azienda, come può procedere se è interrotto più e più volte da finestre che continuano ad aprirsi?

È una situazione davvero fastidiosa, che può portare l’utente a uscire del tutto dal sito.

Piuttosto prova a sfruttare di più i banner, studiando un posto adatto per non rendere la loro presenza pesante per la navigazione.

Un discorso analogo può essere fatto per le iscrizioni. Sappiamo che sono utilissime per raccogliere dati sul pubblico, ma vanno inserite con parsimonia.

Un po’ come per i pop-up, evita di inserire iscrizioni per ogni procedura e se necessario piuttosto gioca d’anticipo. Hai bisogno di far registrare gli utenti? Fallo subito, non aspettare che inizino magari un acquisto e siano costretti ad allungare il processo.

Potrebbero cambiare idea e tu potresti vedere la vendita sfumare.

I form di contatto

Articolo_PP-ElementiSito_img_ 7

Se hai deciso di inserire un form significa che vuoi far compiere una certa azione a chi ti legge e magari raccogliere qualche informazione.

L’obiettivo quindi è non scoraggiare o confondere gli utenti. Numerosi passaggi, step poco chiari, un linguaggio troppo complesso potrebbero allontanare le persone in partenza.

Stesso discorso per un form che appare troppo invadente, orientato in modo plateale alla vendita oppure tecnico e specifico. Tutti questi aspetti potrebbero mettere in difficoltà l’utente, oltre che infastidire.

Prediligi, dunque, la semplicità e l’immediatezza. Metterai a tuo agio il cliente che compilerà il form volentieri. 

Infine, fai attenzione anche a notifiche di errore e di conferma di invio. In questo modo in caso di problemi l’utente è subito avvisato e non rischia di dover ricompilare una seconda volta e a fine procedura non resta con il dubbio che tutto sia andato a buon fine.

 

Alcuni piccoli e sostanziali accorgimenti ti consentono di portare il cliente dove vuoi e di farlo lasciando che si goda il viaggio. E il tuo sito, fa già tutte queste cose?

Contattaci