placeholder_200x200

Blog

21/10/2021

Come creare la tua newsletter usando i social media?

Scopri come usare LinkedIn, Facebook e Twitter per le tue newsletter aziendali

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. 

Una grande lezione, insegnata da Lavoisier, che sperimentiamo ogni giorno, in ogni settore.

Bollettino giornaliero, editoriale settimanale, racconto d’appendice… sono formati editoriali legati al tempo del cartaceo che, probabilmente, in molti di noi, evocano sentimenti nostalgici.

Davvero sono andati persi? Oppure si sono solo trasformati?

Ebbene sì, questi contenuti non sono andati persi, ma sono sopravvissuti ai cambiamenti del tempo, modificando la loro forma.

Scoprire quali panni indossano oggi per adeguarsi alle nuove tecnologie ed esigenze ti sorprenderà.

Perché le newsletter sono essenziali per fare marketing efficace?

Anche tu aspetti le novità della giornata, del mercato o, perché no, sulle iniziative dei tuoi competitor? 

Forse non ci hai mai pensato, ma siamo certi che lo fai ogni giorno. Mentre prima l’attesa si consumava davanti alle edicole o alla cassetta della posta, oggi tutto succede sulla posta elettronica e tramite le email.

I formati editoriali più conosciuti sono sopravvissuti proprio attraverso le newsletter: le email che vengono inviate a una lista di iscritti per mantenerli aggiornati.

Da qualche anno le newsletter sono diventate uno dei contenuti più fondamentali del marketing digitale: vengono usate per mantenere il contatto diretto con la propria community, stimolarla, informarla e coccolarla.

Uno studio di Mailup Academy condotto nel 2020 mostra che in Italia:

  • il 70% delle aziende usa le newsletter 
  • il tasso di invio è aumentato del 20% 
  • il tasso di aperture uniche è aumentato dell'11%.

Cosa significano questi dati? In poche parole che sempre più aziende in Italia si stanno affidando alle newsletter per la loro comunicazione e che sempre più clienti sono predisposti a leggerle.

Se ancora non hai la tua newsletter aziendale, oppure vuoi semplificarne la gestione, abbiamo una notizia rivoluzionaria per te. Adesso puoi inviare le tue newsletter anche tramite i social!

LinkedIn, Facebook e Twitter: studiamo insieme queste tre piattaforme per creare e semplificare la gestione delle tue newsletter.

Come usare LinkedIn per le newsletter aziendali?

LinkedIn è il social dedicato al mondo del lavoro e già da diverso tempo dà ai suoi iscritti la possibilità di creare la propria newsletter. 

Data la grande settorialità della piattaforma, scrivere le tue newsletter aziendali su questo social può portarti tanti vantaggi.

Contattaci

Perché scrivere una newsletter su LinkedIn?

La settorialità di questo social ti permette di consolidare la tua nicchia e fidelizzarla con contenuti di valore. 

Puoi usare la newsletter di Linkedin per raggiungere diversi obiettivi:

  • coinvolgere il tuo pubblico
  • accrescere la tua community
  • sviluppare la brand identity
  • avere feedback in tempo reale.

Come creare una newsletter su LinkedIn?

Tutto molto semplice, servono pochi istanti e 4 passaggi essenziali:

  1. nella parte superiore della home page, seleziona la voce “scrivi un articolo”
  2. clicca su “crea newsletter”
  3. aggiungi un titolo alla tua newsletter, una descrizione dei contenuti, una cadenza di pubblicazione e un logo
  4. fai clic su “fine”.

A questo punto sia i tuoi follower che i tuoi contatti saranno invitati a iscriversi alla newsletter attraverso una notifica. 

Una volta creata la newsletter hai la possibilità di scrivere un articolo al giorno. Dopo averlo pubblicato i tuoi contatti riceveranno le notifiche sulla app e l’email

Sotto gli articoli pubblicati potrai continuare a motivare la tua community e a stimolarla alla lettura menzionando i tuoi contatti nei commenti e facendo domande specifiche. 

Non dimenticare gli hashtag specifici che permettono alla tua newsletter di avere maggiore visibilità e di far conoscere i tuoi contenuti, i tuoi prodotti e la tua azienda a un numero sempre maggiore di persone. 

Attenzione però! Al momento non è possibile accedere alla lettura della newsletter in modo autonomo, sarai quindi tu a dover invitare i tuoi contatti a iscriversi.

Come scrivere una newsletter di successo su LinkedIn?

Per la scrittura della newsletter sui social non ci sono delle caratteristiche tecniche da rispettare.

LinkedIn fornisce comunque qualche consiglio da tenere bene a mente per ottimizzare la newsletter al meglio:

  • scegli un argomento di cui sei esperto e che possa interessare alla tua community. Cerca di scrivere testi che richiamano l’attenzione del tuo pubblico,
  • scegli un titolo che descriva con chiarezza il contenuto della tua newsletter. Il titolo della tua newsletter deve essere breve e intuitivo per rimanere impresso nella mente dei tuoi contatti,
  • per il logo utilizza un’immagine con dimensioni 300x300 pixel,
  • ogni articolo deve essere corredato da un’immagine di copertina non generica. Ricorda che di solito le immagini che fanno ottenere maggiori risultati sono quelle con i volti di persone,
  • interagisci con i tuoi follower: condividi la tua newsletter, scrivi commenti e fai domande dirette per coinvolgere il tuo pubblico,
  • rispetta la cadenza degli invii: è importante che il tuo pubblico si abitui alle tue pubblicazioni e percepisca la tua newsletter come un appuntamento imperdibile.

Articolo_Socialnonsolopost_img_1

La newsletter su Facebook: cos’è Bulletin?

Facebook ha fatto un nuovo cambiamento e ha inserito la newsletter tra i suoi contenuti. Troviamo ancora la sperimentazione beta, ma sono tante le informazioni che abbiamo a disposizione.

Facebook Bulletin, così si chiamerà lo spazio dedicato alle newsletter

Ospiterà sia contenuti gratuiti che a pagamento. Gli utenti saranno motivati ad abbonarsi al servizio attraverso l’inserimento in gruppi Facebook dedicati e badge speciali.

Quali sono i vantaggi di Facebook Bulletin?

Nonostante stia ancora muovendo i suoi primi passi, Bullettin si presenta già come uno dei top player del mercato per i suoi innumerevoli vantaggi:

  • scrivere contenuti a pagamento
  • importare i contenuti da un’altra newsletter, per non perdere il lavoro già esistente
  • costruire prodotti multimediali integrando podcast e sale audio, per creare suggestioni audio e amplificare l’effetto della newsletter.

Tieniti pronto e preparati a essere il primo a presidiare la piattaforma. È un’occasione da non perdere per essere il precursore di un’attività che ti porta un notevole vantaggio comunicativo sui tuoi competitor.

Contattaci

Twitter & Revue: come cambia la newsletter social?

All’inizio del 2021 Twitter ha annunciato l’acquisizione di Revue, un’azienda nata nel 2015 che offre un servizio di creazione di newsletter. Una mossa strategica per competere nel mercato con le altre piattaforme.

Sebbene i due servizi siano ancora separati le due piattaforme iniziano ad integrarsi, come? Con un apposito bottone all’interno del profilo Twitter.

Come collegare social e newsletter con Twitter?

“Qualsiasi creator con un account Twitter collegato alla propria newsletter Revue può attivare la funzione per consentire agli utenti di iscriversi alla newsletter direttamente da Twitter”.

Così è stata introdotta la novità, degli ultimi tempi, dai dirigenti di Twitter. In altre parole, Twitter ha inserito un percorso diretto sui profili di chi possiede anche un account Revue per fare in modo che i follower si iscrivano in maniera immediata alla newsletter. 

Se hai deciso di scegliere questa soluzione, tieni presente che qualche follower potrebbe non visualizzare questa opzione. Al momento la funzione è disponibile solo per il web e per Android ed è in fase di test.

 

Ricapitolando: la newsletter rimane uno dei mezzi più utilizzati per promuovere i propri prodotti e servizi, lavorare sul senso di appartenenza al brand e costruire un rapporto con la propria community.

Oggi puoi raggiungere tutti questi traguardi anche grazie ai social. E farlo sarà più semplice di quello che pensi. Non ti resta che sperimentare.

Hai ancora dubbi? Puoi contattarci quando vuoi.

Contattaci