Blog

04/07/2019

Come costruire la personalità del tuo brand: tutti gli elementi in gioco

Come costruire una brand identity coerente e duratura? Quali sono gli aspetti da valutare e gli elementi distintivi dell’identità del tuo brand?

Come costruire una brand identity coerente e duratura? Quali sono gli aspetti da valutare e gli elementi distintivi dell’identità del tuo brand?

La brand identity della tua azienda è chiara e definita: sai cosa rappresenta il tuo marchio. Adesso è il momento di presentarlo al pubblico.

Hai una nuova sfida, ovvero mostrare le caratteristiche del tuo brand anche e soprattutto attraverso gli elementi visivi. Insomma dovresti aiutare i clienti a visualizzare - letteralmente - ciò che rappresenta, trasformando i concetti e i valori espressi dal tuo brand in immagini.

elementi brand identity naming logo design

Elementi della brand identity

Comunicare con precisione la tua brand identity è un processo delicato. Ogni aspetto può essere influenzato dal mercato e dalle tendenze del momento, ma non devi mai perdere di vista ciò che davvero è la tua azienda. Solo così puoi raccontarla a tutti.

Qui di seguito una carrellata con tutti gli elementi che definiscono la tua brand identity.

Contattaci

Naming aziendale

Forse hai già sentito parlare di definizione del nome aziendale. Ma cos’è? Il naming è il processo con il quale viene ideato il nome di un marchio o di un prodotto.

È un passaggio decisivo per la comunicazione della brand identity; infatti è con il nome che si comincia a essere conosciuti e riconosciuti.

Questo è il momento in cui devi dare ampio spazio alla tua creatività. Per comodità, ti suggeriamo di puntare su un nome che risulti:

  • semplice. Meglio se breve, per poterlo memorizzare rapidamente. Facile anche da scrivere e pronunciare, così da riprodurlo senza problemi;
  • funzionale. Il valore e le peculiarità del brand devono essere espresse e trasmesse in maniera immediata e incisiva;
  • originale. Punta su un suono che richiami l’attenzione dei clienti, lascia spazio alla tua inventiva per creare un nome unico.

Stai già pensando a qualche nome adatto al tuo marchio? Non hai ancora idee? Allora proviamo a darti qualche spunto, che ti aiuti a partire e a scansare qualche errore.

Guardati intorno. Fai qualche ricerca su cosa propongono marchi simili al tuo e cosa ha più successo nel settore. Trai ispirazione ma senza copiare i brand esistenti.

Pensa al tuo pubblico. I tuoi clienti vogliono essere conquistati: dai loro qualcosa di diverso e speciale. Evita le banalità e prediligi ciò che è in linea con le tue buyer personas.

Gioca con le parole. Anagrammi, sinonimi e contrari; prendi carta e penna e crea un elenco di ciò che puoi associare al marchio. Sarà divertente trovare la giusta combinazione.

Ok, ora sei pronto per lasciar lavorare la tua fantasia.

Logo aziendale

Che si tratti di una sola scritta, o di un simbolo più complesso, il logo è l’elemento che viene associato univocamente alla tua azienda e ti distingue dalla concorrenza. Costruirlo in modo che parli della tua brand identity, e comunichi i tuoi principi, richiede un’accurata progettazione.

Un logo ben ideato deve essere:

  • creativo. L’originalità è essenziale per distinguersi e spiccare agli occhi del pubblico: sfrutta le peculiarità dell’azienda e falla trasparire già nel logo, per conferirgli personalità;
  • semplice. Prediligi immagini essenziali e poco articolate, insieme a un font personalizzato. Non utilizzare immagini troppo complesse, con tanti colori o font diversi, piuttosto realizza un logo lineare che rimanga più facilmente impresso;
  • colorato. Scegli due o tre colori soltanto. Punta sui colori per suscitare le emozioni che vuoi trasmettere con il tuo brand; ogni colore infatti ispira una specifica sensazione e ti aiuta a provocare le reazioni desiderate nel tuo pubblico;
  • adattabile. Ingrandito o rimpicciolito, stampato su insegne, carta di vario tipo e ovviamente utilizzabile nel web, il logo deve mantenere elevata qualità e risoluzione ovunque tu voglia apporlo;
  • comunicativo. Il logo deve parlare del tuo brand, rappresentare i tuoi prodotti e divulgare i valori aziendali.

Colori del brand

Lo abbiamo appena accennato: la scelta dei colori va ponderata con attenzione. La selezione dei colori da adottare completa l’effetto visivo della tua brand identity.

Grazie al potere evocativo e all’effetto che ogni tonalità produce sul cervello umano, il colore ti aiuta a:

  • trasmettere il messaggio e i valori del tuo brand, enfatizzando immagini e scritte. Dà carattere alle tue proposte;
  • amplificare l’impatto con cui il marchio raggiunge il pubblico e a conferirgli una connotazione più incisiva;
  • memorizzare più facilmente un logo e una scritta. Più in generale, può essere facilmente associato al tuo marchio.

Lettering del brand 

Il lettering, ovvero la scelta del carattere tipografico, racconta molto sulla tua brand identity. La valutazione del font da utilizzare può sembrare banale, eppure è essenziale e non va lasciata al caso. Per questo motivo, è sconsigliato basarsi solo sul gusto personale.

Un po’ come accade per i colori, anche in questo caso, a ogni font può essere associata una determinata sensazione. Utilizzando un carattere tipografico piuttosto di un altro comunicherai sensazioni differenti.

Ad esempio, per un effetto affidabile e tradizionale puoi usare il Time New Roman, mentre per un tocco di modernità il carattere Helvetica.

Se i font standard non ti bastano o credi che non riescano a centrare la tua brand identity, puoi optare per il font design. Si tratta di caratteri tipografici studiati e realizzati appositamente per un marchio; possono essere disegnati a mano, con contorni e ghirigori artistici e fantasiosi.

Sono perfetti se vuoi davvero dare nell’occhio ed esprimere la tua originalità.

Contattaci

Slogan aziendale

Hai mai notato come alcuni brand amino associare una frase o poche parole, di grande effetto, al loro marchio? Si tratta del payoff. Un periodo breve e incisivo, associato all’azienda o al suo logo, che sottolinea e rafforza la brand identity.

Il payoff, infatti, per la sua immediatezza e semplicità (soprattutto nel tenerlo a mente) permette di concentrare in una manciata di vocaboli l’essenza di un brand o anche di un solo prodotto.

L’effetto sul pubblico è di aiutarlo a realizzare un’associazione veloce con il marchio in questione, solo attraverso la lettura della frase specifica.

brand personality

Tone of voice 

Ora che l’assetto grafico è sistemato, è arrivato il momento di organizzare la strategia di comunicazione e di definire il tono di voce, due aspetti che faranno parlare il tuo brand.

Individua con chiarezza il target a cui ti rivolgi e gli obiettivi da raggiungere rispetto a quello stesso target. Le tue decisioni dipenderanno proprio dalle tue buyer personas; identificarne i profili ti aiuterà a conoscere i loro gusti e comportamenti. Sarà così più facile scegliere i contenuti e l’approccio che più colpiscono la loro attenzione, per non lasciare nulla al caso.

Di pari passo potrai valutare il tono più adatto per relazionarti al tuo pubblico. A seconda del target di riferimento e del messaggio da promuovere, infatti, dovrai adattare lessico, modalità espositive e andamento della conversazione. Potrai decidere, ad esempio, di essere amichevole e confidenziale con un target più giovane oppure formale e rigoroso con una clientela specializzata.

Attributi e product identity

Qualsiasi aspetto che ti permette di presentare il tuo marchio al pubblico deve essere legato alla brand identity e concorrere a rafforzarla, per dare la sensazione di chiarezza e solidità.

Vogliamo fornirti alcune definizioni per rendere il contesto più chiaro.
Le caratteristiche che fanno sì che il prodotto sia associato esattamente al tuo brand sono dette attributi.

Essi sono elementi tangibili che rappresentano tutti i vantaggi che quel prodotto – e in modo indiretto il marchio – porta al consumatore. Mentre l’applicazione delle linee guida che rappresentano la tua brand identity, rispetto a tutti i prodotti, è la product identity.

Adotta questi approcci, porta l’identità della tua azienda al pubblico. Applica queste considerazioni dal packaging – rendilo funzionale, e cura l’estetica, per richiamare i tratti grafici della brand identity – ai gadget, così da usare l’impatto visivo per attrarre ed essere ricordato.

comunicazione-web-social-online

Comunicazione sul web e sui social network 

Adesso che hai definito tutte le sfumature della tua brand identity, sei pronto per affrontare il web. Sito e social network sono i canali che devi presidiare.

Valuta quali canali social si adattano meglio alla tua brand identity. Le pagine e i profili Facebook, Instagram, LinkedIn oppure YouTube possono aiutarti a parlare con i clienti e a pubblicizzare tutti i tuoi prodotti; sfruttali per promuovere e dare risonanza al sito che rappresenterà l’azienda e la sua identità.

Nel momento in cui costruisci il sito, l’obiettivo costante deve essere di far trasparire da ogni dettaglio l’identità del brand. Chi cerca informazioni su internet ti potrà così conoscere subito, e i tuoi clienti saranno rassicurati dalla coerenza di ciò che proponi.

Infine, pianifica il lavoro per essere sempre presente online con contenuti validi. Sviluppa un piano editoriale con gli argomenti per il tuo blog e organizza il materiale che vuoi condividere sui social: ricordati sempre di far parlare il tuo marchio adottando il tono di voce che lo contraddistingue.

LEGGI ANCHE: Brand identity: cos’è, perché è importante e come si costruisce

Sviluppare una brand identity solida e coerente significa differenziarsi e acquisire rilievo rispetto alla concorrenza. Ma anche trovare nuovi contatti, influenzare l’opinione dei clienti verso il tuo prodotto e infine guardare al futuro. Insomma, perché non sviluppare la tua brand identity con tutti questi vantaggi?

Contattaci